Pensiero

A corto di posts

I pensieri affollano la mente. Rimangono in una specie di limbo. E i posts si fanno radi, come se fossi diventato arido.

Pensiero

I “giorni ripetuti”

Fine Maggio, pieno di giorni ripetitivi e ripetuti. Serate di “Tugurio”. Rivivere le atmosfere assaporate in sole 72 ore e poi arrendersi all’ovvietà.

Racconto

Lascia correre i pensieri

La musica riempie il mio piccolo rifugio e si diffonde su quel tappeto luccicante. C’è serenità intorno, c’è quiete, c’è riposo. E questo spazio che ho creato per me, costruito con le mie idee e fisicamente con le mie mani, parla di solitudine e malinconia, di isolamento. Mi accorgo di massaggiare il mio piede sinistro, come volessi consolarlo e sollevarlo dal peso di una giornata ormai finita. Sollievo. Ma non basta.

Racconto

Il Fenicottero dalla nera livrea

Fenicottero dalla livrea completamente nera, si mimetizza tradito da lunghe e candide gambe. Non emette suono, si muove avvicinandosi, intimo. Non si alza in volo, si avvicina. Ora sorride, gambe lunghe e livrea nera.

Pensiero

Profumo di fragola

L’importante non è quello che trovi alla fine di una corsa… L’importante è quello che provi mentre corri.

Pensiero, Società

L’arte del non essere nessuno

Questo post vuole parlare di chi non è nessuno e, nel tentativo di emergere e primeggiare, non fa altro che confermare il proprio status di “nessuno”. Assurge a dignità di “qualcuno” grazie a questa vostra infatuazione. Sarà grazie alla vostra inettitudine e alla vostra complicità che continuerà ad alimentare il proprio ego.

Racconto

Osteria

Ho scelto una osteria trani-style. I piatti sono rigorosamente italiani e dalle porzioni molto generose, come nella vecchia Milano. Gli avventori sono vecchi milanesi, vecchi immigrati pugliesi, artigiani e manovali di zona. Il profumo è un misto fumoso di bicchieri di rosso e di ragù, stracotto e sempre pronto. Una lenta serie di bocconi, di panatura e aspro di limone.