Pensiero

Psicoterapia

“[tweet] Massì poi ti passa, tanto sei forte. Frasi del cazzo che non aiutano mai [11/07/15, 00:56]”.

Nessuno è veramente forte soprattutto psicologicamente. Eventi, parole, persone ti bersagliano e ti segnano anche se non te ne rendi conto. Prima o poi tutto riemerge: basta un evento scatenante e si comincia a star male. Per me si è trattato di born-out nelle vesti di modesti attacchi di panico. Mi sono subito rivolto ad uno psicologo per la conferma diagnostica ed il trattamento. E’ stata una esperienza unica che ha veramente coinvolto la mia emotività e che ha sciolto i nodi cruciali, gli “intoppi”, del mio funzionare nei confronti del “mondo esterno a me”; ora ho un nuovo modo di “rispondere”, di “affrontare”, di “risolvere” non più patologico. Nuova forza da usare quotidianamente. Un viaggio psicoterapeutico è un toccasana, quando necessario: bisogna coglierne la necessità. Io ho capito, ho viaggiato e sono arrivato.

(Parte II)
Attenzione alle ricadute. E’ soddisfacente raggiungere la guarigione, ma una certa fragilità permane. E’ importante continuare a vegliare e riconoscere la possibile ripresa di sintomi: prima ne siamo consapevoli, prima li affrontiamo, minori i danni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *