Personale

Mi sono perso molto

Dico una cosa ovvia quando penso all’arrivo di un figlio che cambia e stravolge la famiglia, ma anche l’arrivo di un cane. Io sono stato sempre contrario ad avere un cane e fino all’arrivo a Gambolò ho potuto “tener duro”. Con la nuova casa ed un giardino ho dovuto però tener fede alle promesse fatte ed è arrivato il cane tanto desiderato dai ragazzi e da Annarita, che è abituata ad averne prima di finire qui al Nord. A conferma che non sono normale, ho suggerito di accogliere come nostro primo cane una razza “a tutto volume”. Ed ecco entrare a comporre la nostra famiglia un San Bernardo: Gemma, due mesi e sette chili  di tenerezza. Oggi, e lo dico ormai da quando Gemma è arrivata, sono convinto che mi sono perso molto a non aver avuto prima un cane. E’ amore e devozione pura, senza secondi fini. Si accuccia paziente ai miei piedi e pian piano si addormenta serena, cullata dalle note della musica che stai ascoltando. Questo fa sì che non ci si senta mai soli. Se poi mi sposto, prima o poi giunge con passo assonnato per tornare a starmi vicino: uno yo-yo. Dopo qualche minuto la sento russare: un sonno profondo e sereno perché sono vicino. E a Lei basta.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *