Personale

Fine dell’Era Glaciale (parte seconda)

Caro Zio Massimo, sai cosa c’è? E’ sì finita un’era, ma se ne apre una nuova. Il segreto sta nella discontinuità del continuum. Spostiamo la linea dell’orizzonte e vediamola alla luce dei nuovi fatti, delle esperienze acquisite, dei traguardi raggiunti e dai nuovi ancora da prefiggersi. E’ giunto il momento di un cambiamento per “riacquisizione”. Riacquistare la consapevolezza di una autonomia emotiva che esiste in quanto parte di noi e solo parzialmente influenzata dall’esterno, dai rapporti interpersonali: rapporti che ora si possono guardare come se si stesse vivendo un’esperienza extracorporea, dall’alto e con più freddezza. Non si è più vecchi, ma più semplicemente e naturalmente maturi. Caro Zio Massimo, via le tossine che ti contaminavano: più incertezze ed incognite, ma anche nuovi stimoli. Caro Zio Massimo, dopo la cena indiana e la nostra mega-chiaccherata ho capito i tuoi percorsi mentali-vitali, la tua nuova autodeterminazione: non un atto liberatorio ma più semplicemente un riequilibrio interiore.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *