Racconto

Le notizie quando le si leggono la prima volta non sono vecchie

[28/06/2011] Oggi una tenera signora di 97 anni, ricoverata ed a me affidata, mi ha colpito per una sua risposta. Dopo molto tempo questa mattina stava leggendo una rivista ed io, contento per questo piccolo progresso, le ho detto però che le notizie erano vecchie, dato che la rivista era stata comprata una settimana fa. Con i suoi occhi dolci ed intelligenti la signora mia ha risposto con tranquillità: Dottore, vede, le notizie sono nuove quando le si legge per la prima volta!

Ho voluto recuperare questo vecchio post. La disarmante sensibilità di questa signora mi fa pensare a come sia vero che tutto è relativo rispetto alle realtà individuali. Il nostro vissuto che, interpretato, determina il nostro modo di ragionare é quello che ispira il nostro modo di rapportarci con eventi e persone. Quanti dei miei pensieri e ragionamenti sono condivisibili? Quanto il mio vissuto mi condiziona nei ragionamenti e nelle scelte; quanto riesco ad essere distaccato, razionale e corretto? Io me lo chiedo spesso, soprattutto quando ho già scelto ed agito. Questa analisi continua é segno di saggezza o piuttosto un segno di insicurezza?

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *