Pensiero

A me resta lo sconforto

Nessuna parola, attaccata ad un sacrosanto concetto, nessun ragionamento, nulla può scalfire un soggetto che non intende ascoltarti. Ha deciso a priori che hai torto e che sei in malafede. Il punto é che la fiducia in te se ne è andata da tempo e che il tuo ricucire non é vissuto come vera e sincera intenzione. Al termine di una settimana, già definita bestiale, un altro momento disgraziato e disperato. Anche se ho coscienza della giustezza delle mie posizioni dimentico sempre che ho di fronte un macigno, una tonnellata di ragionamenti inconfutabili perché impermeabili a tutto (per di più da anni).

A me resta lo sconforto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *