Personale

Il Piatto è rotto… ancora

“Non c’è verso di farsi ascoltare” “perché” “presuppone” “ascolto”. “Il piatto è rotto ma non c’è modo di ripararlo” “i cocci ritornano inesorabili”.

Il punto focale è il rispetto che, ormai, non c’è più dalla parte opposta; non c’è ragionamento che possa fare o spiegazione perché alla fine mi viene risposto “tanto non mi convinci”. E’ disarmante, è un capolinea, oltre non c’è nulla, la strada è terminata. Rimane un senso assoluto di impotenza. Spero solo che i giorni passino, uno dopo l’altro, il più anonimi che sia possibile, veloci ed indolori, che finiscano per sempre e che non debba più ripetere queste assurde giornate. Di certo non cambierò il mio atteggiamento: rispetto prima di tutto, nonostante non riceva la stessa moneta. Poi si vedrà: ho tutto il tempo di pensarci e ragionarci, non c’é fretta. Devo solo, per ora, resistere.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *