Pensiero

Only mood

Scorri la vita dei conoscenti tramite le loro foto su Instagram. Cogli lo spunto per immaginarli. Nulla di certo. La possibilità di lasciare libera la fantasia e l’immaginazione guidato dalle impressioni che questa visione scatena. Fondamentale abbinare a questo l’ascolto di buona musica: music & mood due to vibrations and sensations. Volute di fumo, sigaro e sandalo attorno a me. E poi scrivere stati d’animo diventa più semplice, un fiume in piena. Alcune di queste vite mi hanno toccato e mi toccano e quindi, oltre a quello che immagino, ripercorro le sensazioni, i pensieri che le accompagnano in me: fidanzate di figli passate per casa, amici o semplici conoscenze di tanti anni fa. E la musica che mi accompagna ogni giorno, soprattutto nelle serate di scrittura, di lettura, di “navigazione”. Due canzoni suonate con il mio basso e poi ancora lettere che scorrono, escono dalla tastiera, inizialmente senza un senso apparente e poi compongono il mio racconto. Post che si susseguono, più o meno riusciti, ma tutti sinceri, anche quando rielaborati. Questa sera l’emozione più forte nel vedere la foto di una A. sbocciata, da insicura signorina a dolce donna alle prime esperienze di vita, all’università, elegante e sensuale in foto con il suo amore (immagino) a Capodanno. Conoscendola un pochino chissà che emozione ha provato e quante ne proverà. Una dei “figli” che attraversano la mia casa in quanto prossimi ai miei veri figli. Li ho sempre ascoltati ed osservati nelle feste o quando semplicemente passano a trovarci. Chissà se qualche volta pensano a questo papà. Mi chiedo perché le sere dopo una guardia mi assalgono cosi malinconiche ma anche dolci, perché il caffè è così buono e l’aroma del sigaro così delicato.

Da leggere ascoltando “Redbone” di Childish Gambino

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *