Pensiero

Ragazze interrotte

I rapporti interpersonali tante volte, forse quasi sempre, non sono lineari, consequenziali, bensì intricati e complicati. Ma troppo spesso anche “interrotti”.

Conosco una ragazza, anzi una donna, interrotta. Non è matta, ma malata, malata alla  ricerca di un non so che di malato, di amore malato, di attenzioni malate. Una innamorata-disamorata che non prende e non lascia. Vuole la sofferenza cercando una strana felicità. Dice di amare la persona, ma mette in evidenzia le cose o lo status che lo caratterizzano. Amore malato o il camuffamento di un egoismo?
Conosco bene un’altra “ragazza interrotta” che, limitata, è interrotta nelle capacità di scelta e finisce costantemente per fare scelte sbagliate, in buona fede, pagate a caro prezzo. E’ interrotta e dice a sé stessa grosse bugie… e non è per niente felice… e la colpa non è solo sua.
Conosco anche meglio una terza “ragazza interrotta”, che non riesce a ritrovare il “bandolo della matassa”, che viaggia nei suoi loops mentali. Sta male ma non ascolta chi sta in prossimità, diffida, graniticamente, ma sta male… soprattutto per incapacità ad ascoltare e ad affidarsi.

Post da leggersi ascoltando “Rare Species” – The National Trio of Scottland

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *