Genitorialità

Educare

Alla radio questa sera un tizio, durante un microfono aperto, ha raccontato di aver detto al ragazzo della figlia diciottenne: “Se fai del male a mia figlia ti strappo i coglioni… e poi vado in galera ” (felice? aggiungo io).

E’ indubbiamente difficile crescere ed educare i figli (e anche proteggerli), ma non trovo giustificazione a quanto affermato da quel padre che sicuramente non ha gli attributi per compiere un atto del genere. Trovo che i giovani debbano essere educati (e noi adulti rieducati) al rispetto e le donne all’immediato allontanamento di partner violenti o solo potenzialmente violenti. Non c’è minaccia che possa veramente ostacolare chi è violento o chi è in preda ad un raptus.

Diventa sempre più importante l’educazione: educazione al rispetto, al corretto comportamento, ai valori assoluti, al vivere sociale, all’equo ed al solidale. E’ una guerra che va vinta prima, prima che il seme del male germogli.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *