Società

Di un MERDA

Ne avevo scritto in un post dello scorso mese di Gennaio. Parlo di quel “fenomeno” che, davanti al bar, scende dalla macchina lasciandola in moto ad un metro dalla porta del bar. Le persone passano e devono turarsi il naso. Il “fenomeno” beve il cappuccino e, non curante, legge qualche riga di giornale, quindi paga. Il tutto in tranquilli venti minuti. Il proprietario del bar non dice nulla perché ha una attività da mandare avanti e io mi trattengo a stento per non creare scompiglio a danno degli altri avventori. Ma il barista nota la mia irrequietezza e, quando il “fenomeno” parte con la sua preziosa e puzzolente macchina, gli comunico che si è appena allontanato un MERDA! Lui mi conferma che questo personaggio fa sempre così. Nessuno glielo fa notare. Un sessantenne che sicuramente si lamenta dei furti commessi da zingari o albanesi, dei giovani maleducati e del degrado in cui versano i paesi: colpa dei migranti, degli extracomunitari, dei giovani … sempre di qualcun altro. Invece la colpa è di questi MERDA che si avviano alla pensione e che alimentano l’asse portante di questo nostro Paese vecchio, arretrato, egoista, dimentico degli antichi valori e sordo all’evolvere del mondo e della società.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *