Racconto

Comunque oggi me la sono goduta

Oggi ho “bigiato”. Con un sole splendido e una bellissima città a mia disposizione, non potevo rimanere rinchiuso tutto il giorno in una sala congressi. Una passeggiata sul Lungarno, due passi a Ponte Vecchio, Santa Maria Novella, Palazzo Strozzi, Palazzo della Signoria, gli Uffizi, la Cattedrale con il campanile di Giotto, il Battistero, le Cappelle Medicee, Santa Chiara, il mercato di San Lorenzo, i panini al lampredotto o con la sbriciolona. Le botteghe artigiane, un sacco di cinesi, un sacco di turisti, comitive e scolaresche, tanti stranieri. Un sacco di lingue da tutto il mondo, ma soprattutto un sole caldo, piacevole sulla pelle, e una voglia di camminare che non provavo da tanto tempo. Ho camminato tanto, ho visto tanto e veramente mi sono rilassato. e stancato. La più bella giornata in questo viaggio congressuale. Assurdo rimanere chiusi per nove ore in un auditorium. Con la tecnologia odierna basterebbe la videoconferenza. Bisogna rendersi conto che devono essere diversi i modi per comunicare: sono le notizie e concetti che devono raggiungerci e non noi a doverli raggiungere. Il tempo deve essere usato per vivere e quindi, visto che è fondamentale rimanere aggiornati per il bene della nostra professionalità, è giunta l’ora di sfruttare in maniera razionale e totale quello che la tecnologia fornisce ormai a poco prezzo. Del resto fra qualche giorno troveremo tutti gli interventi registrati e messi a disposizione in un sito, facilmente accessibile, e corredabili di tutti i riferimenti bibliografici e di tutte le eventuali considerazioni, ben editate, subito sotto.  Comunque oggi me la sono goduta.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *