Pensiero

Preferivo un no…

Ci vuole coraggio e un po’ di sfrontatezza nell’invitare a cena una sconosciuta. Spesso è una intuizione. Prende corpo una sensazione di vicinanza che è irrazionale, ma che può portare a qualcosa di buono. Nulla di particolare, magari solo una lunga chiaccherata, uno scambio di idee, niente di più.

Ma risulta quantomeno buffo sentirsi dire che prima di accettare, questa persona, deve dimagrire.

E mi sovvengono due flash: forse pensa ad un invito galante, magari con un secondo fine, a cui vuole essere pronta al meglio oppure sfoggia un elegante, ma assai stravagante, modo di dire di no.

Razionalmento penso che il secondo flash sia quello vero.

Nella pratica, l’assenza di un successivo dimagrimento mi dà la certezza che sia stato un no.

Sinceramente preferivo un no…

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *